Laudato sii: intervista al Prof Losito

Laudato sii: intervista al Prof Losito

Intervista al Prof. Massimo Losito docente di bioetica dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum. Membro del Comitato Scientifico del Master “Joint Diploma in Ecologia Integrale”, iniziativa condivisa delle Università e atenei Pontifici di Roma per diffondere la visione e la missione della Laudato si’, l’enciclica di papa Francesco sulla cura della nostra Casa Comune, la Terra.

Fin dalla sua pubblicazione l’enciclica di papa Francesco Laudato si’ ha suscitato grande interesse, con dibattiti, libri e corsi. Qual è la peculiarità del corso in Ecologia integrale a partire proprio dalla Laudato si’ che proponete?

L’aspetto veramente innovativo del corso è che è realizzato in alleanza tra le università e gli atenei pontifici romani, che infatti sono rappresentati nel comitato scientifico, nel coordinamento e nello svolgimento delle lezioni. Questa alleanza su un tema così urgente, come quello ecologico, darà luogo anche ad altre iniziative come tirocini, tavole rotonde, corsi e pubblicazioni. Tale alleanza è necessaria proprio perché, come ha indicato Papa Francesco, la terra è la nostra «casa comune» e la risposta al problema ecologico consiste nel prendercene cura, insieme.

Come è strutturato il corso?

Nel diploma verranno approfonditi i capitoli dell’enciclica Laudato si’, dedicando un pomeriggio di lezioni (una volta al mese) ad ogni capitolo. Grazie alla collaborazione di tante realtà diverse, i temi saranno trattati da prospettive differenti, rispecchiando le specificità di ogni facoltà o ente coinvolto, con evidente arricchimento della proposta accademica. Inoltre poiché l’etica è una scienza pratica che si occupa dell’agire concreto dell’uomo, per conseguire il diploma si deve partecipare a laboratori per una immersione reale in esperienze di “best practices” di rinnovamento ecologico.

Qual è il suo specifico apporto?

Io mi occupo del capitolo relativo all’ecologia umana e integrale, insieme al dott. Tebaldo Vinciguerra del Dicastero per la Sviluppo Umano Integrale. In questo verrà rispecchiata non solo la mia personale attività di ricerca, ma la peculiarità della Facoltà di Bioetica dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, che da sempre si è occupata del problema ecologico, cercandone le radici morali. Se è vero che, come disse Benedetto XVI, l’ecologia è un segno dei nostri tempi, è anche vero che per affrontare efficacemente il problema ambientale bisogna paradossalmente prendere le distanze dall’ambiente stesso: solo dalla giusta distanza potremo ammirare il tutto come un cosmo ordinato, interconnesso e interrelazionato, che è proprio il senso della ecologia integrale proposta nella Laudato si’: un tutto che ci precede e ci è stato donato come «carezza di Dio».
Ma allo stesso tempo, dalla giusta distanza e dalla corretta prospettiva, vedremo che la risposta alla questione ambientale non parte dall’ambiente stesso ma dal cuore dell’uomo, che è il senso dell’ecologia umana. Solo ripulendo come prima cosa il cuore dell’uomo inquinato dallo sfrenato individualismo, dalla ideologia tecnocratica e, non ultimo, dal peccato, potremo dargli lo sguardo limpido per vedere se stesso, gli altri membri della famiglia umana e la bellezza del Creato che lo circonda: «beati i puri di cuore, perché vedranno Dio».

Iscriviti alla newsletter