Covid-19: Norme di Sicurezza

Covid-19: Norme di Sicurezza

Qui le regole e istruzioni necessarie per accedere in Ateneo a seguito delle ultime misure adottate per contrastare l’Epidemia COVID-19. 

Vi invitiamo a seguirle, per tutelare e rispettare tutti! 

Accesso 

L’entrata agli edifici e alle aule è prevista solamente  dall’ingresso principale. Non sarà consentito entrare da altre porte e accessi.  L’accesso sarà consentito dopo il rilevamento della temperaturacorporea (inferiore a 37.5) e verifica del Green Pass, in base a quanto stabilito dal DECRETO-LEGGE del 9 settembre 2021, n. 122. Con il termine Green Pass ci si riferisce alla certificazione dell’avvenuta conclusione del ciclo vaccinale e che in altri paesi può avere denominazione differente. Si deve obbligatoriamente indossare la mascherina(chirurgica o FFP2) che si dovrà mantenere per tutto il tempo dell’istanza all’interno dei locali e durante le lezioni. 

Alcune note sulle certificazioni valide per l’entrata qualora non si disponesse di Green pass. 

Studenti/Docenti/Collaboratori esterni/ Ospiti 

  • In assenza di Green Pass può esser presentato il certificato di doppia dose vaccinale rilasciato dagli organi di competenza con relativo documento identificativo. 
  • In assenza di Green Pass può esser presentato il certificato di tampone negativo svolto entro le 48 ore precedenti all’accesso.

Si ricorda che le certificazioni rilasciate dalle autorità sanitarie di: Canada, Giappone, Israele, Stati Uniti d’America, Albania, Arabia Saudita, Armenia, Australia, Azerbaigian, Bosnia ed Erzegovina, Brunei, Emirati Arabi Uniti, Giordania, Libano, Kosovo, Moldavia, Montenegro, Nuova Zelanda, Qatar, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del nord (compresi Gibilterra, Isola di Man, Isole del Canale e basi britanniche nell’isola di Cipro ed esclusi i territori non appartenenti al continente europeo), Repubblica di Corea, Repubblica di Macedonia del Nord, Serbia, Singapore, Ucraina, Taiwan, Regioni amministrative speciali di Hong Kong e di Macao nonché quelle rilasciate dalle competenti autorità della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano, a seguito di vaccinazione validata dall’EMA (Pfizer, Moderna, AstraZeneca, Johnson & Johnson) o di avvenuta guarigione, siano riconosciute come equivalenti a quelle italiane. 

Tutte le certificazioni dovranno obbligatoriamente rispettare i seguenti contenuti: 

  • dati identificativi del titolare (nome, cognome, data di nascita); 
  • dati relativi al vaccino (denominazione e lotto); 
  • data/e di somministrazione del vaccino; 
  • dati identificativi di chi ha rilasciato il certificato (Stato, Autorità sanitaria). 

La certificazione dovrà esser redatta in una delle seguenti lingue: 

  • Italiano 
  • Inglese 
  • Francese 
  • Tedesco 
  • Spagnolo 

Diversamente, per i paesi non presenti nella lista precedente vi è equiparazione sul territorio italiano solo per alcune tipologie di vaccini. 

Di seguito una lista non esaustiva con alcuni paesi il cui documento vaccinale ha validità in Italia: 

  • Argentina  
    • Comirnaty 
    • AstraZeneca 
  • Brasile 
    • Comirnaty 
    • Covid-19 Vaccine Janssen  
    • AstraZeneca 
  • Cile 
    • Pfizer 
    • Covid-19 Vaccine Janssen 
    • AstraZeneca 
  • Cina  
    • BionNTech-Fosun 
    • Colombia 
    •  Pfizer 
    • Covid-19 Vaccine Janssen 
    • AstraZeneca 
  • Messico 
    • Pfizer 
    • Covid-19 Vaccine Janssen 
    • AstraZeneca 

 

La sicurezza e il registro delle entrate in Ateneo è gestita da Secure Department SRL. 

 

Grazie per la pazienza e preziosa collaborazione.

Accesso APRA personale amministrativo docenti e studenti 2021_PDF

Iscriviti alla newsletter
Leggi l'informativa