Conclusione e Risultati del Joint Diploma in Donne e Chiesa. Un approfondimento e confronto a livello mondiale.

Conclusione e Risultati del Joint Diploma in Donne e Chiesa. Un approfondimento e confronto a livello mondiale.

13 luglio 2021 – Il 3 luglio si è concluso il Joint Diploma in Donne e Chiesa promosso dall’Istituto di Studi Superiori sulla Donna (ISSD) del nostro Pontificio Ateneo in collaborazione con sei Istituzioni Accademiche Pontificie: la Pontificia Università Urbaniana, la Pontificia Università Salesiana, la Pontificia Università San Tommaso D’Aquino, la Pontificia Facoltà di Scienze della Educazione “Auxilium” e l’Istituto di Teologia della Vita Consacrata Claretianum. Conta anche con il patrocinio della Conferenza Rettori Università e Istituzioni Pontificie Romane (CRUIPRO) e dell’Academia de Lideres Catolicos. 

I diversi moduli hanno offerto contenuti di qualità per approfondire aspetti storici tramite alcune icone femminili: Chiara Lubich, Madeleine Debrel, Mary Ward. Il modulo antropologico ha evidenziato la necessità di approfondire l’identità maschile e femminile per poter camminare in una logica di alleanza. Il modulo ecclesiologico ha mostrato come il Concilio Vaticano II va ancora sviluppato e applicato tenendo sempre nell’orizzonte la dignità comune di tutti i battezzati e finalmente il modulo mariologico ha presentato Maria come maestra di vita cristiana e ha sottolineato il significato per le donne della presenza di Maria nella storia della salvezza.

Le lezioni frontali sono state momenti di approfondimento e di spunti importanti.

Presenti 57 studenti di 16 paesi, dall’Europa, dall’Asia, dall’Africa, dall’America Latina e degli Stati Uniti. Un gruppo molto ricco che ha coinvolto uomini e donne, religiosi, sacerdoti e laici.

La diversità delle vocazioni presenti è stato un dono che ha arricchito significativamente la discussione e ha permesso di vedere le attuali criticità da diverse prospettive.

I docenti coinvolti sono stati 25 provenienti da 15 università, più 15 ospiti speciali.

Degno di nota la partecipazione come ospiti di tre sottosegretarie dei Dicasteri della Curia Romana: S. Alessandra Smerilli (Sotto-segretario per il Settore Fede e Sviluppo del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale), Linda Ghisoni (Sottosegretario del Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita), S. Nathalie Bequart (Sinodo dei Vescovi).

Evidenza e riscontro comune; la necessità di una Chiesa viva nei suoi membri e desiderosa di vivere in plenitudine la sua stessa vocazione.

 

Dalla voce dei partecipanti…

Una comprensione olistica delle donne nella Chiesa cattolica e la responsabilità di lavorare per l’elevazione delle donne…Presentazioni illuminanti, piene di conoscenza e professionalità in tutte le lingue. Questo Diploma è uno sforzo meraviglioso per l’elevazione delle donne nella Chiesa.” 

 

“Formazione completa grazie alle tante testimonianze di donne professioniste molto preparate su questa temativa. Un sguardo ampio grazie alla presenza di altre culture internazionali.”

 

Siamo molto soddisfatti del lavoro svolto in questi giorni. L’esperienza di collaborazione con altre realtà pontificie ha fatto sì che la struttura del Corso fosse ricca e con tante voci presenti. La diversità ed eterogeneità dei partecipanti ci ha permesso di toccare con mano alcune problematiche importanti come la mancanza di formazione del clero, dei laici e nello specifico delle donne, ci inoltre permesso di riempirci di speranza con testimonianze di donne religiose e non, impegnate in strutture ecclesiali, come: la Commissione Vaticana per il Covid, Fundación el Roble (attenzione a tutti i livelli per vittime di abuso), rete di teologhe e tante altre. La seconda edizione è giunta alla fine, ma non il cammino che ancora dovremo percorrere.” – Anita Cadavid Calle – Direttrice dell’Istituto ISSD.

 

Contatti Stampa

Maria Selva Silvestri – [email protected]

Responsabile Comunicazione Istituzionale

 

Versione PDF

Iscriviti alla newsletter
Leggi l'informativa