Sapere per Educare

Sapere per Educare

Il 1 gennaio 1970


IMG-20150313-WA00145 Affettività Sessualità Bellezza

Seminario di studi, 7-8 Marzo

 

Due giornate di formazione per docenti, educatori e genitori, più di 500 persone che hanno riempito il nostro Auditorium per dotarsi di strumenti educativi sui temi dell’affettività e della sessualità, secondo una modalità rispettosa della totalità della persona, capace cioè di integrare gli aspetti fisici, emozionali, intellettuali, sociali e spirituali.

 

Affettività Sessualità Bellezza

Seminario di studi, 7-8 Marzo

IMG-20150313-WA00103Due giornate di formazione per docenti, educatori e genitori, più di 500 persone che hanno riempito il nostro Auditorium per dotarsi di strumenti educativi sui temi dell’affettività e della sessualità, secondo una modalità rispettosa della totalità della persona, capace cioè di integrare gli aspetti fisici, emozionali, intellettuali, sociali e spirituali.

 

L’evento, nato dall’intuizione di alcuni genitori, docenti, educatori e psicologi dell’associazione “Non si tocca la famiglia” e dell’associazione “Comitato Articolo 26” e strutturato scientificamente dalla Facoltà di Bioetica in collaborazione con l’Istituto di Scienze Religiose e l’Istituto di Studi Superiori sulla donna e con il patrocinio del Forum Nazionale delle Associazioni Familiari, della Manif Pour Tous Italia, dall’Associazione Nazionale Scienza & Vita, di ProVita onlus, dell’AGE (Associazione Italiana Genitori) e dall’AGESC (Associazione Genitori Scuole Cattoliche), ha proposto una ricognizione scientifica del contesto socioculturale contemporaneo, e quindi anche delle teorie di “genere” e delle possibili ricadute sul piano dell’educazione e su quello psicologico.

La peculiarità del convegno è stata soprattutto quella di offrire concreti strumenti pedagogici e di progettazione educativa, anche attraverso la formula dei workshop in piccoli gruppi (divisi per fasce di età scolastiche), condotti da tutor psicopedagogisti ed esperti in progetti di educazione affettiva e sessuale, mediante modalità di formazione interattiva ed un linguaggio semplice e stimolante. È stata anche l’occasione per riflettere su decisive e attualissime questioni culturali, per fare rete e confrontarsi su buone prassi di educazione affettiva e sessuale, già sperimentate in Italia e a livello internazionale, come il Teen STAR, La Luna nel Pozzo, progetto Pioneer e altre ancora.

IMG-20150313-WA00145Tra queste una proposta concreta di bellezza: il progetto di Pupi Avati Cineforum per le scuole, “Amare le differenze per un amore che fa la differenza” (dal film Un matrimonio).

Il convegno ha voluto dare voce alle sempre più numerose segnalazioni, da parte di genitori, in merito a progetti di educazione affettiva e sessuale (spesso confusi con progetti contro l’omofobia) che stanno entrando nelle scuole (di ogni ordine e grado) e che mettono a rischio il benessere psicologico ed emotivo di bambini e ragazzi, promuovendo al contempo una sessualità precoce. L’obiettivo è però che non finisca tutto qui: il team che ha organizzato il convegno si sta già adoperando per mettere in rete tutte le proposte e le iniziative buone e rispettose della dignità della persona umana.

Inoltre, la Facoltà di Bioetica è già all’opera per pubblicare una collettanea con gli interventi dei relatori.

Video1 dell’evento 

Video2 dell’evento

Galleria Fotografica

{morfeo 23}

 Per Informazioni:

http://www.nonsitoccalafamiglia.org

http://comitatoarticolo26.it

 

Iscriviti alla newsletter