Amministrazione

Amministrazione

In virtù dei nuovi Statuti Generali dell’Ateneo, entrati in vigore del 2012, la gestione amministrativa, su delega abituale del Rettore, è di competenza del Vicerettore Amministrativo, attualmente P. Thomas Montanaro LC. Egli presiede e supervisiona le attività dei dipartimenti di Economato e Risorse Umane.

I lavori del Dipartimento Economato vengono organizzati e diretti dal Coordinatore Amministrativo, P. Sebastián Rodríguez LC. Per garantire la corretta gestione amministrativa ordinaria delle risorse economiche e la qualità dei servizi non accademici nel settore amministrativo, le principali funzioni del dipartimento sono espletate, in linea con la terza Linea Strategica dell’Ateneo dai seguenti uffici: Ufficio Contabilità: per la gestione della contabilità, dei pagamenti dei fornitori, del budget, degli acquisti e della cassa; Ufficio Servizi Generali: si occupa della manutenzione ordinaria e straordinaria, della pulizia, della gestione del servizio di portineria, della raccolta della posta in partenza e della gestione del parco macchine; Ufficio Sistemi: si occupa della rete informatica, della gestione degli account e del server ed infine l’Ufficio Eventi: cura l’organizzazione degli eventi e gestisce l’utilizzo delle sale.

Orario sportello economato

dal lunedì, mercoledì e giovedì
11.00 – 13.00 e 15.00-16.00

il venerdì
10.30 – 12.30

Saranno possibili aperture straordinarie in occasioni di eventi o convegni, inizio corsi, ecc. La comunicazione di tale disponibilità sarà resa nota con un avviso posto allo sportello stesso e tramite web.

Tasse e contributi. Modalità di pagamento e procedura

1. Il pagamento delle tasse e dei contributi può essere effettuato in un’unica soluzione oppure in più rate.
Qualora il pagamento avvenga in un’unica soluzione entro i tempi previsti nella tabella delle tasse accademiche si avrà diritto ad una riduzione pari al 10% dell’importo della sola rata accademica; il predetto sconto si applica esclusivamente ai cicli di licenza e baccalaureato.
2. L’iscrizione si versa ogni anno. Lo studente iscritto a più programmi presso l’Ateneo paga solo un’unica iscrizione.
3. È possibile iscriversi all’Ateneo come studente ordinario oppure straordinario sia al 1˚ semestre sia al 2˚ semestre entro i tempi previsti ed indicati nella tabella delle tasse accademiche. Qualora uno studente si iscriva al 2˚ semestre è tenuto al versamento della quota di iscrizione e di una rata (un semestre); dovrà comunque obbligatoriamente perfezionare nuovamente la sua iscrizione all’anno successivo nel mese di settembre, tramite il pagamento della quota di iscrizione (fatta eccezione per i masters, per i quali si rimanda al regolamento di ciascun corso).
4. È possibile iscriversi in qualità di uditori oppure studenti ospiti. Gli uditori sono tenuti a pagare la quota di iscrizione più la quota indicata in base al numero di ECTS della materia che intendono seguire; gli studenti che sono già iscritti all’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum non devono pagare nuovamente l’iscrizione ma solo la quota per ECTS.
Gli studenti ospiti pagano la quota indicata in base al numero di ECTS della materia che intendono seguire.
5. Le rate devono essere corrisposte per tutto il ciclo, anche nel caso in cui si terminassero gli studi anticipatamente rispetto il periodo previsto.
6. Nel caso di un’eventuale richiesta di sospensione e/o trasferimento si deve essere in regola con la propria posizione amministrativa al momento della richiesta stessa. È previsto il versamento di un contributo economico (vedi tabella tasse accademiche).
– La sospensione degli studi è l’interruzione temporanea degli studi ed esonera lo studente dal pagamento delle tasse accademiche. Durante il periodo di sospensione lo studente non può compiere alcun atto di carriera né fruire di alcun servizio didattico e amministrativo. Per riprendere gli studi interrotti lo studente deve presentare un’apposita domanda e pagare il contributo di “ricognizione”, come indicato nella tabella delle tasse accademiche.
– Il trasferimento è disciplinato dalla presente normativa
7. Lo studente può presentare rinuncia agli studi, previo versamento di un contributo economico (vedi tabella tasse accademiche); in tal caso non ha diritto al rimborso delle tasse già pagate e non è tenuto al pagamento delle tasse di cui fosse eventualmente in debito. A seguito di rinuncia non è possibile iscriversi nuovamente allo stesso programma di studio.
8. Per accedere all’esame finale si deve essere in regola con la propria posizione amministrativa.
9. Non sono previsti rimborsi di tasse e contributi, tranne in casi di motivi gravi e documentabili, previa autorizzazione da parte del Vicerettore Amministrativo.
10. Il ritardato pagamento delle quote di iscrizione e delle rate accademiche comporta l’applicazione di un’indennità di mora pari ad € 20,00 entro cinque giorni di calendario dalla scadenza (annuale o semestrale), ed € 50,00 dal sesto giorno di calendario dalla scadenza (annuale o semestrale).
11. Sono previste alcune tasse che si applicano in situazioni speciali e che fanno parte a tutti gli effetti della presente normativa (vedi tabella tasse accademiche – sezione tasse speciali).
12. È possibile effettuare i pagamenti con le seguenti modalità:
– contanti, assegno, bancomat, carta di credito presso lo sportello dell’Economato negli orari indicati;
– bonifico bancario1;
– on-line tramite carta di credito.

Adempimenti amministrativi per l’ammissione, l’iscrizione e esami

1. È necessario aver regolarizzato la propria posizione amministrativa dell’anno precedente prima di procedere con l’iscrizione ad un nuovo anno accademico.
2. È necessario aver regolarizzato la propria posizione amministrativa per essere ammessi agli esami.
3. Si ricorda che per accedere alla 1a sessione di recupero di esami (aprile) bisogna aver regolarizzato la propria posizione amministrativa sia del primo sia del secondo semestre dell’anno in corso; per accedere invece alla 2a sessione di recupero di esami (ottobre) è necessario aver regolarizzato la propria posizione amministrativa dell’anno precedente.

Autenticità e veridicità dei dati

Sono previsti accertamenti sulla veridicità delle informazioni di carattere amministrativo fornite dagli studenti in caso di autocertificazione ai sensi della vigente normativa. Dichiarazioni omesse o false saranno immediatamente denunciate all’autorità giudiziaria.
Trasferimenti in ingresso c/o l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum e trasferimenti in uscita verso altri Atenei
1. Gli studenti possono effettuare trasferimenti presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum seguendo le procedure indicate; gli studenti che ottengono il trasferimento devono pagare le rate e contributi indicate e sono tenuti al versamento di una quota aggiuntiva pari a
€ 50,00 quale contributo amministrativo e di segreteria.
2. Gli studenti che richiedono il trasferimento presso un altro Ateneo devono essere in regola con le rate e contributi dovuti al momento della richiesta e sono tenuti al versamento di una quota aggiuntiva pari a
€ 50,00 quale contributo amministrativo e di segreteria.
Quote di pagamento certificati e diplomi
1. Il costo dei certificati e diplomi è indicato nella tabella delle tasse accademiche.
2. Qualora venga richiesta la spedizione del certificato/diploma al proprio indirizzo di residenza, si fa riferimento alla sezione “spedizioni” della tabella delle tasse accademiche.

Pagamenti corsi

1. I pagamenti per le facoltà osservano il seguente iter:
– si considera uno studente “regolare” quando durante l’anno accademico frequenta i corsi e sostiene gli esami;
– si considera uno studente “fuori corso” quando non riesce a terminare il proprio corso di studi durante la regolare durata; qualora lo stesso debba solo sostenere esami, compreso l’esame finale, è tenuto unicamente al pagamento della quota di iscrizione; qualora lo studente debba frequentare ancora i corsi, lo studente dovrà pagare l’iscrizione e la quota come uditore per i corsi mancanti.
2. Dottorato:
– è possibile iscriversi al ciclo del Dottorato durante gli stessi periodi di iscrizione aperti per gli altri cicli;
– il ciclo di Dottorato si distingue in 4 fasi amministrative che coincidono con i pagamenti:
• iscrizione: valida per 3 anni; può essere pagata in un’unica soluzione oppure in 3 rate con cadenza annuale;
• approvazione dell’argomento;
• presentazione definitiva del progetto di tesi;
• consegna della tesi.
– per tutti gli iscritti l’eventuale continuazione del Dottorato, oltre i 3 anni dalla data dell’iscrizione, richiederà una “proroga annuale” e il versamento della relativa quota stabilita di anno in anno;
– qualora siano decorsi 5 anni dal momento dell’iscrizione e lo studente non abbia ancora presentato nessun avanzamento dal punto di vista accademico (prima Approvazione dell’Argomento) è tenuto nuovamente al versamento della quota di iscrizione; da quel momento decorrono nuovamente i 5 anni per la conclusione del ciclo. Qualora al contrario lo studente abbia avuto l’approvazione di almeno una tappa del suo percorso accademico, può procedere con le “proroghe annuali”.

Master, Diplomi ed Eventi

L’avvio di ciascuna attività di seguito individuata come master, diploma e/o evento sarà soggetto a verifica del raggiungimento minimo del numero di iscrizioni previste in ciascun budget. In caso di mancato svolgimento verranno rimborsate agli studenti iscritti in precedenza le quote già versate.

Convenzioni e/o accordi

Le convenzioni o gli accordi di carattere economico sono presi esclusivamente con istituzioni pubbliche o private e solo in casi eccezionali con il singolo studente previa autorizzazione del Vicerettore Amministrativo.
1) 1 In caso di pagamento tramite bonifico bancario è obbligatorio indicare nella causale tutti i dati relativi allo studente: nome, cognome, matricola, programma di studi, e motivo del pagamento (iscrizione, rata, mora, ecc.). Nel caso di indicazioni mancanti non si assicura l’effettiva evasione della pratica per la quale è avvenuto il pagamento


Iscriviti alla newsletter