Il dilemma del Belgio. Celebrata la giornata del risveglio, Eluana c’è

Il dilemma del Belgio. Celebrata la giornata del risveglio, Eluana c’è

Cinque anni. Cinque anni sono passati dalla morte di Eluana Englaro. A Roma, presso la Sala stampa della Camera, Paola Binetti ed eugenia Roccella, ricordano .a triste fine e vicenda di Eluana. In tono minore, scrive Avvenire. Pochi articoli commemorano quella che sarebbe dovuta essere la giornata commemorativa dei risvegli ma, si sa, il cambio al governo impera. E il ciclone Renzi, scrive Giuseppe Pepe su Repubblica salute, deve abbattersi adesso contro la Legge 40; rivedere il Testamento Biologico e approvare la tanto discussa legge sull’omofobia contro la quale registriamo la bella quanto coraggiosa intervista data dall’avvocato dei giuristi della vita, Gianfranco Amato al quotidiano Il Giornale. Titolo azzeccattissimo: mi denuncio. Sono omofobo, 16.2

Bufera Belgio. Su Repubblica un inaspettato quanto gradito commento di Adriano Sofri. Sulla vita dei bambini meglio nessuna legge. Tema troppo caldo e troppo complicato. C’è ancora del buono in Mordor. Educazione lgbt a scuola. Avvenite svela il progetto dell’Unair. Il documento che vorrebbe imporre educazione sessuale e indottrinamento gender nelle scuole primarie, non era a conoscenza né della Presidenza del Consiglio come conferma la sottosegretaria Cecilia Guerra (i commenti su tutti i quotidiani). Il nostro, pleonastico. Si rivela ancora una volta l’inquietante strategia di alcuni personaggi ben inseriti nei gangli del sistema al fine di inoculare cattiva dottrina e informazione con progetti educativi pagati da tutti noi.
Per concludere, un po’ di neurobiologia. Su La Stampa, Paolo Mastrocilli riporta il solito studio neurobiologico di matrice riduzionista transumano. Una sorta di elogio dell’omosessualità. La tendenza gay dipende da soliti geni dis-armonici. Chi ci capisce dei misteri della mente è davvero bravo.

di Antonello Cavallotto

Iscriviti alla newsletter