Se non è caparezza questo. Dallo sperma del nonno all’eclissi della famiglia. Ecco il bimbo fratello

Se non è caparezza questo. Dallo sperma del nonno all’eclissi della famiglia. Ecco il bimbo fratello

Domenica 25. Il papa è a Cuba. Cinque colonne, due foto e 120 righe per il bastone. Neppure 5 righe per le centinaia di migliaia di pellegrini nelle vie (Repubblica, pag. 17).

Lunedì 26. Cinema. La rivolta dei “cristeros”, uscirà in tutta l’America latina e del Nord, ma non in Europa (box di Avvenire). Chissà perché. Martedì 27. Stati generali della bioetica. Su Liberal un bel pezzo di Vincenzo Faccioli Pintozzi che commenta l’importante intervento dell’arcivescovo di Genova e Presidente del Consiglio permanente CEI, Angelo Bagnasco su bioetica, aborto “selettivo”, centralità della famiglia e alimentazione in coma. Titolo del pezzo: “La vita e i suoi valori non si negoziano mai”. Un punto a favore della Roccella. Da ritagliare.

Mercoledì, 28 e solo su Avvenire, pag. 15 questa (triste) notizia. Olanda. Moglie con marito sterile vuole il seme del suocero. Il bimbo che nascerà sarà quindi fratello del padre e nel contempo figlio e nipote del nonno. No comment. Sempre sul quotidiano dei Vescovi, nella sezione degli editoriali il biogiurista Francesco D’Agostino commenta invece la recente “moda” del divorzio breve, anzi brevissimo, meglio se istantaneo ! e ricorda la sociologa Irène Théry, inventrice del neologismo: démariage.

Di diversa opinione sul Riformista – ma non doveva chiudere ? – Maria Bonafede. La pastora valdese – nel senso non bucolico del termine ma ministra del culto del prete Valdo, si spinge oltre è afferma che anche due persone anziane dello stesso sesso, possono costituire una costellazione familiare. Astrologhi avvertiti.

Giovedì 29. (Santa) Controriforma di Francesco Agnoli che sul Foglio recensisce il libro di Giovanni Strafellini, dell’Università di Trento: “L’anima e i confini dell’umano. Tra scienza, fede e bioetica” (ed. il Margine) e ne riporta dei passi. Ecco quello sul feto: “da un punto di vista quantitativo il complesso sistema neuronale del feto è sì confrontabile con quello di un animale con anima sensitiva” ma lo stesso non si può dire se valutiamo il suo grado di animatezza… qui le informazioni che sono trasmesse nel cervello con la formazione delle sinapsi sono infatti qualitativamente diverse, diverse da quelle trasmesse nel cervello  di un animaletto”. Meno male! Invece per la serie: mai dire mai, Hwang Woo Suk, il falso creatore delle cellule staminali “su misura” ritorna e ci riprova. A Seul, con un gruppo di scienziati russi, sta cercando di clonare un mammut. Giovanni Caprara sul Corriere di giovedì. E infine per la serie al fine di Gaya, dopo il no di Gianni Alemanno per la registrazione del suo matrimonio, alla Camera dei Deputati Gianfry Fini, solleva il caso Concia. La parlamentare paladina del mondo lesbo, gay ,bisex, trans e che ne ha più ne metta chiede l’assistenza sanitaria per sua moglie, marito o coniuge, Ricarda. Repubblica a pag. 19.

Buona Pasqua a tutti, ma che fatica.

Antonello Cavallotto


 

 

Antonello Cavallotto

Iscriviti alla newsletter