Pupi Avati mercoledì al Regina Apostolorum come testimonial di un progetto nato per le scuole

Pupi Avati mercoledì al Regina Apostolorum come testimonial di un progetto nato per le scuole

“Amare le differenze, per un amore che fa la differenza” l’iniziativa promossa dall’Associazione “Non si tocca la famiglia”

Pupi Avati loggatoMercoledì 13 luglio alle ore 17,30 nel quadro del XV esimo Corso Estivo di Bioetica “Famiglia, Vita e Società”, in corso presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum (APRA) fino al 15 luglio, si terrà l’incontro con il regista Pupi Avati. L’occasione sarà propizia per raccontare ai partecipanti alla giornata dedicata al tema: “Famiglia, diritto e dottrina sociale” e a tutti coloro che vorranno partecipare il progetto “Amare le differenze, per un amore che fa la differenza” che il regista ha avviato con l’associazione “Non si tocca la famiglia” pensato per le scuole medie e superiori. L’idea di questo connubio è nato sulla scorta del film in sei puntate “Un matrimonio” diretto da Pupi Avati che apre proprio ad una importante riflessione socio culturale sottolineando anche lo splendore e la ricchezza sottese alle differenze tra uomo e donna, soprattutto all’interno di un matrimonio che nel caso specifico è composto da una coppia unita da 50 anni.

Il senso del progetto- dichiara la Presidente Giusy D’Amico dell’Associazione Non si tocca la famiglia- è orientato alla rivalutazione della famiglia, vera e propria cellula di amore ed inoltre vuole avviare una riflessione culturale sull’istituto matrimoniale, avviando i ragazzi ad un confronto sulle varie realtà genitoriali, oggi presenti nella nostra società.

Pupi Avati, testimonial d’eccezione, ha offerto la sua collaborazione, come tributo all’esperienza duratura e felice del suo matrimonio, di una famiglia in cammino, che naturalmente ha superato alcune prove che la vita dà ma che gli ha donato moltissimo come dei figli e nipoti. Il progetto nelle scuole avrà durata di sei mesi.

 Intero programma del corso 

Iscriviti alla newsletter