Associazione per lo Studio di Filosofia e Cultura

Associazione per lo Studio di Filosofia e Cultura

Lo scorso ottobre 2020, le autorità accademiche dell’Ateneo hanno approvato la Associazione per lo studio di filosofia e cultura.

Origine dell’Associazione

L’associazione, chiamata Association for the Study of Philosophy and Culture (APC), è stata promossa da un gruppo di studenti della facoltà di filosofia. Il loro scopo è l’applicazione dei contenuti e le abilità intellettuali acquisite negli studi filosofici all’analisi e lo studio della vita culturale e sociale dei nostri giorni.  L’associazione diede inizio alle sue attività nel 2018 sotto la guida dello studente Darius Lawrence L.C.  Nel 2019, lo studente Bernardo Ross L.C., allora presidente, ha presentato alle autorità academiche gli statuti dell’associazione e ha richiesto l’approvazione ufficiale da parte dell’Ateneo.

Obiettivi

L’APC cerca di arricchire l’esperienza formativa degli studenti di filosofia tramite riunioni di discussione filosofiche e culturali. Tra le attività che l’associazione offre alla comunità accademica si possono enumerare.

  • Promozione di conferenze di aggiornamento su temi attuali all’interno della filosofia e il suo influsso nella politica, l’economia ed eventi mondiali. Le conferenze sono aperte a tutti i membri della facoltà.
  • Analisi e discussioni filosofici di eventi di rilievo mondiale.
  • Visite culturali a monumenti significativi a Roma e nelle vicinanze.
  • Si cerca di riuscire a offrire un evento aperto al pubblico in cui si presentino le conclusioni e gli eventi fatti durante il ciclo accademico.

Natura dell’associazione

La associazione ha un’assemblea una volta al semestre per discutere temi come ammissione di nuovi membri, organizzazione delle attività e follow up dei progetti da svolgere. All’inizio dell’anno accademico si prepara il calendario annuale e si scelgono i direttivi dell’associazione: presidente, vicepresidente, segretario.

L’associazione è aperta a tutti gli studenti di filosofia, previa accettazione dei membri. Esiste la possibilità che altre persone, non appartenenti alla facoltà, diventino parte dell’associazione. All’interno consiglio dell’associazione c’è un professore della facoltà di filosofia eletto dai membri.

Iscriviti alla newsletter