Esercizi Spirituali nella Terra Santa

Esercizi Spirituali nella Terra Santa

Terrasanta

Il corso è organizzato dal Pontifical Institute Notre Dame of Jerusalem Center e dall’Istituto Sacerdos di Roma con il patrocinio della Congregazione per il Clero. E´ finalizzato al rinnovamento spirituale dei sacerdoti per l’approfondimento della vocazione ricevuta.

 

 

 

Invernale dal 23 gennaio a 11 febbraio 2012.
Estivo dal 16 luglio al 4 agosto 2012.

Terrasanta

Il corso è organizzato dal Pontifical Institute Notre Dame of Jerusalem Center e dall’”Istituto Sacerdos” di Roma e si svolge presso il Pontifical Institute Notre Dame of Jerusalem Center. È finalizzato al rinnovamento spirituale dei sacerdoti per l’approfondimento della vocazione ricevuta.

Organizzato in tre moduli, il corso presenta una visione biblica, storica e – soprattutto – spirituale dei luoghi della redenzione di Gesù Cristo. Durante i giorni di permanenza a Gerusalemme e in Terra Santa sarà offerto ai partecipanti la possibilità di celebrare l’Eucaristia nei luoghi santi: Nazaret, il Cenacolo, Getsemani, il Calvario, Santo Sepolcro, Dominus Flevit, la Chiesa della Flagellazione e dell’ Ecce Homo, sul monte Tabor, in barca sul Lago di Genesaret, Betania, Emmaus.

Tra le varie attività segnaliamo: tre giorni di esercizi spirituali, conferenze di spiritualità sacerdotale, un seminario di aggiornamento biblico, intensi momenti liturgici, preghiera personale, adorazione quotidiana al Santissimo Sacramento, spazio per la convivenza sacerdotale e studio personale, incontri ecumenici interreligiosi e visite alle comunità cristiane locali.

Date:
Qui è riportato l´elenco delle date di tutti i corsi previsti per il 2012-2015:

  • 2012
    Da lunedì 23 gennaio a sabato 11 febbraio                          
    Da lunedì 16 luglio a sabato 04 agosto
  • 2013
    Da lunedì 21 gennaio a sabato 09 febbraio                                      
    Da lunedì 15 luglio a sabato 03 agosto
  • 2014
    Da lunedì 20 gennaio a sabato 08 febbraio                                      
    Da lunedì 14 luglio a sabato 02 agosto
  • 2015
    Da lunedì 19 gennaio a sabato 07 febbraio                                       
    Da lunedì 13 luglio a sabato 01 agosto

Luogo:

Pontifical Institute Notre Dame of Jerusalem Center
Paratroopers Road, 3 PO Box 20531
Jerusalem, 91204 Tel. 972.262.79.111
www.notredamecenter.org
[email protected]

Relatori delle diverse conferenze

Sua Beatitudine Mons. Fouad Twal, Patriarca Latino di Gerusalemme e Terra Santa.
S.E.R. Mons. Antonio Franco, Nunzio di Sua Santità Benedetto XVI e Delegato apostolico, preso Israele e Palestina.
P. Pierbattista Pizzaballa, O.F.M. Custode di Terra Santa
P. Artemio Vitores, O.F.M. Vice-custode di Terra Santa
P. Juan Solana, L.C. Chargé del Pontifical Institute Notre Dame of Jerusalem Center e attaché culturale preso lo stesso Istituto.
P. Gabriel González, L.C. Direttore dell’Istituto Sacerdos a Roma e Direttore del Corso di Rinnovamento Sacerdotale a Gerusalemme.
P. Eamon Kelly, L.C. Vis-Chargé del Pontifical Institute Notre Dame of Jerusalem Center
P. Frederick Manns, O.F.M. Biblista e grande esperto di Terra Santa
P. Gianni Caputa, S.D.B. experto en la Peregrinación a Tierra Santa
Rabbi David Rozen, Directore Internazionale per gli affari interreligiosi del American Jewish Commettee, e Fondatore della Asociazione Rabbis for Human Rights.
Mr. Mustafa Abu Sway, Ph. D. in Filosofia Islamica alla Boston University, grande esperto sull’Islam e membro della American Academy of Religion.

Quota di partecipazione:

1750 €. Comprende tutte le spese del corso in camera doppia. Biglietto aereo non incluso. (Sovraprezzo per stanza singolo: 310 €)

Per iscriversi al corso occore compilare il modulo di registrazione on line

ALCUNE TESTIMONIANZE


“Le esperienze fatte durante il Corso di Rinnovamento Spirituale per Sacerdoti in Terra Santa hanno avuto un impatto veramente positivo sulla mia vita spirituale e sul mio ministero sacerdotale. Innanzitutto, trascorrere semplicemente del tempo a tavola conversando con 65 sacerdoti provenienti da 25 paesi è stata un´opportunità per vivere la fraternità sacerdotale in un modo unico e rinvigorente ed è stata una viva esperienza dell´universalità del cattolicesimo. In secondo luogo, le lezioni teologiche e le opportunità di confronto sono serviti ad alimentare la fame intellettuale che si era accresciuta nella mia vita da parroco. Infine, e soprattutto, camminare sulle orme del Sommo Sacerdote Gesù Cristo e celebrare la Santa Messa nei luoghi dove si son verificati i momenti cardini della sua vita e del suo  ministero è stato un onore che sfida ogni spiegazione. Vivere la Presenza Eucaristica di Gesù nella sua terra è un´opportunità che nessun sacerdote dovrebbe lasciarsi sfuggire!”
-Rev. Michael Caridi, Diocesi di Pittsburg, PA

“Le mie tre settimane in Terra Santa continueranno a portare il Vangelo vivo e contribuiranno notevolmente alla mia predicazione dei passaggi evangelici dei luoghi  in cui sono stato e ho visto personalmente. Ho imparato molto da eccellenti guide turistiche che hanno accompagnato il nostro pellegrinaggio. Ma la cosa che ho apprezzato maggiormente non è l´aver visto i luoghi della vita di Nostro Signore che sono cambiati in 2000 anni, ma piuttosto sperimentare la cultura della Terra Santa di oggi, ripartendo con una migliore comprensione delle questioni che riguardano le persone che vi abitano. A prima vista rimasi stupito di come fosse facile viaggiare pacificamente in Israele data la negativa impressione offerta da notizie di violenza e conflitti, ma si tratta di una sicurezza che Israele gode ad un costo – il costo di sconvolgere ulteriormente la vita delle persone palestinesi che soffrono per mancanza di posti di lavoro e per l´isolamento causato dal nuovo muro di sicurezza. Abbiamo trascorso una giornata nella parrocchia palestinese di Aboud e sentito di prima mano com´è la vita per i cristiani residenti. E quando un rabbino ebraico ci ha dato una conferenza al Pontificio Istituto Notre Dame, mi sono reso conto come i cristiani siano di vitale importanza per la Terra Santa, come il rabbino abbia riconosciuto una sorta di responsabilità data da Dio ai cristiani di essere strumenti di pace e di comprensione per tutti i popoli e le religioni di questa regione, la Terra Santa. Quanta politica mondiale e quanto dialogo interreligioso si concentra in Gerusalemme; quanta Bibbia ha per teatro Gerusalemme! Ogni sacerdote dovrebbe cogliere questa occasione per conoscere Gerusalemme. ´Se mi dovessi dimenticare di Gerusalemme, lascia che la mia mano destra avvizzisca …´
-Rev. Daniele Vacca, Diocesi di Wichita, KS

É un corso molto efficace, ciò che maggiormente mi ha aiutato è stata la testimonianza personale che ogni sacerdote ha trasmesso. Gli orari sono ben distribuiti. L´attenzione personalizzata eccellente.
Un sacerdote rinnovato sempre rinnoverà la Chiesa. Vale la pena investire tempo, soldi, ect…per rinnovarci. Soltanto se torneremo al primo amore saremo efficaci nell´evangelizzazione.
P. Amilcar Cancino. Tuxtla Gutiérrez. Messico.

Gesù si incontra prevalentemente nei sacramenti, nella preghiera, nella mia comunità etc., ma in questi giorni ho ricevuto un regalo molto speciale e me lo poteva dare solo la terra di Gesù: vedere ciò che Lui vide, toccare quello che Lui toccò, odorare ciò che Lui odorò, camminare sulle strade che Lui calpestò avendo la grata esperienza di sentirlo camminare insieme a me.
P. Ignacio Guadalupe Montes Biosca. Messico D.F. México.

Eccellente. Per il tempo, la preparazione, l´accompagnamento, le strutture e le persone. Si rinnovano le forze e si migliora la nostra disposizione per contemplare il Signore nella sua parola. Crea in ognuno di noi dei “testimoni”. Non posso che rimanere ammirato e grato al vedere tutto quello che il Signore ha fatto per salvarmi, mi riconosco indegno, però questo incontro mi spinge con nuove forze ad essere testimone di Cristo. Con animo fiero continuo a lavorare nella Chiesa, il suo Corpo Mistico.
P. Gustavo Montoya. Medellín. Colombia.

Una meravigliosa esperienza che è andata aldilà delle mie aspettative. Tutto è stato pensato meravigliosamente con un grande amore. Credo che ci abbia aiutato a convivere, ad immagazzinare esperienze profonde per la vita spirituale e sacerdotale.
La Terra Santa è stata per me un´esperienza più unica che rara nella mia vita. Questo ha trasformato la mia vita sacerdotale. Questo corso mi ha fatto incontrare un Cristo profondamente umano al calpestare e a camminare in ogni luogo dove Lui camminò “facendo il bene” come disse Pietro. Insieme a questa esperienza spirituale ho sentito profondamente la fraternità e l´amicizia sacerdotale. A questo devo aggiungere la sollecitudine amorevole e delicata dei padri legionari.
P. Américo Aguirre. La Plata. Argentina

Chiudo una tappa della mia vita per ricominciare la mia vocazione.
P. Pedro López. Monterrey. Messico

E´ stato un corso di rinnovamento ben organizzato e ricco di contenuti. L´ho trovato un momento rigenerante condiviso con altri sacerdoti che ci ha incoraggiati facendoci riassaporare la gioia di essere seguaci di Cristo. E´ un tempo per ricevere maggiori grazie da Nostro Signore in modo da potersi dare maggiormente agli altri.
Fr. Colin Tan. S.J. Singapore.

Gerusalemme…quasi un anno dopo
Gerusalemme, Nazareth, Cesarea di Filippi, Genesaret… s’incontrano i loro nomi abitualmente nelle sacre pagine. Luoghi di cui si sente parlare, raccontare; ma quando ci si trova lì, quei nomi prendono forma, colori, sfumature, e suscitano emozioni indimenticabili.
Non sono semplicemente siti storici o archeologici, né unicamente di cultura, né tantomeno di turismo. In Terra Santa si è in grado di comprendere quale sia l’ampiezza, la lunghezza, l’altezza e la profondità della storia di Dio che cerca l’uomo, fino ad “assumere la condizione di servo”. La terra della nostra fede è luogo di incontro. L’incontro con il Cristo vivo e risorto.
Il viaggio in Terra Santa è diverso, molto diverso rispetto agli altri pellegrinaggi. Si viene in questa terra perché si desidera pellegrinare sui luoghi che a suo tempo furono scenario della vita storica del personaggio più controverso di tutti i tempi: Gesù di Nazaret.
Con questo spirito, dal 20 gennaio al 9 febbraio 2009, si è realizzato il VIII “Corso di Rinnovamento Spirituale per Sacerdoti a Gerusalemme”, organizzato dal Pontifical Institute Notre Dame of Jerusalem Center e dall’Istituto Sacerdos di Roma con il patrocinio della Congregazione per il Clero.
Abbiamo partecipato più di quarantacinque sacerdoti provenienti dai vari continenti, instaurando un clima familiare e di gioia. La diversa provenienza di ciascuno ha arricchito tutti attraverso l’incontro e lo scambio di esperienze pastorali e sacerdotali. E così, con il Vangelo in mano, noi abbiamo camminato per quelle terre, aperto il cuore all’azione dello Spirito ed alla testimonianza degli apostoli che ebbero l’esperienza viva di Cristo.
Il corso ha presentato una visione biblica, storica e soprattutto spirituale dei luoghi della nostra Redenzione. Il vivere ed il conoscere i luoghi dove Gesù Cristo nacque, camminò, predicò, insegnò, soffrì la Passione, morì e resuscitò non lascia nessuno indifferente. Le varie attività sono mirate a favorire l’incontro con Gesù, per conoscerlo, amarlo e seguirlo sempre più da vicino. Le giornate sono state ritmate da conferenze di spiritualità sacerdotale, aggiornamento biblico, intensi momenti liturgici, preghiera personale, adorazione eucaristica quotidiana, spazio per la convivenza sacerdotale e lo studio personale, incontri ecumenici interreligiosi e visite alle comunità cristiane locali.
Intensissime sono state le celebrazioni eucaristiche nei luoghi santi:
Nazaret, il Cenacolo, Getsemani, Ecce Homo, il Calvario, Santo Sepolcro, etc. Si è vissuta una particolare unione tra il mistero che si celebra e il luogo dove ci si trova.
Il pellegrinaggio in Terra Santa è un’opportunità più da vivere che da descrivere… non è una perdita di tempo o una vacanza! È un dono da accogliere…perché a beneficiarne non è solo il sacerdote che vi partecipa, ma anche, e soprattutto, la comunità a lui affidata.
L’esperienza di questo viaggio porta ad esclamare come Pietro, nella trasfigurazione di Gesù sul Monte Tabor: “È bello per noi restare qui!” (Mt 17,4), oppure come i due discepoli di Emmaus, i quali, dopo aver riconosciuto il Risorto, partirono senza indugio e fecero ritorno nella comunità con il cuore arso dalle parole di Gesù (cfr. Lc 24, 30ss).
Non è forse di questa gioia, dall’incontro con il Risorto, di cui hanno bisogno le nostre comunità ecclesiali?
P. Antonio Marzano, MI

Contatti

Pontifical Institute Notre Dame of Jerusalem Center
Paratroopers’ Road, 3
PO Box 20531
Jerusalem, 91204
Tel: (00.972) 262.79.111

Fax:
(00.972) 262.79.120
www.notredamecenter.org
e-mail:

Istituto Sacerdos

Direttore: P. Hector Guerra, LC
Via degli Aldobrandeschi, 190
00163, Roma, Italia

Tel:
(00 39) 06 66 54 31
Cell: 346 736 99 69
e-mail:

Iscriviti alla newsletter