Il Natale all’Ateneo

Il Natale all’Ateneo

foto_udienza Nelle scorse settimane d’avvento si sono svolte le attività seguenti:

12 dicembre, Ordinazioni sacerdotali di 49 legionari

14 dicembre, Udienza con il Santo Padre

17 dicembre, Concerto di Natale alla Parrocchia di Guadalupe tra i canti eseguiti il più solenne è stato l’Halleluja di Haendel

19 – 22 dicembre, Canti di Natale all’Ateneo

All’udienza generale, il Papa saluta i collaboratori, professori e alunni dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum.

La preghiera rafforza il legame personale con Dio e, al tempo stesso, allarga il cuore alle necessità del prossimo. Lo dimostrano le invocazioni che Gesù rivolge al Padre in occasione della guarigione del sordomuto e della risurrezione dell’amico Lazzaro. A questi due episodi evangelici ha fatto riferimento il Santo Padre, Benedetto XVI, nella catechesi svolta durante l’udienza generale di mercoledì 14 dicembre,  presso l’Aula Paolo VI. Rievocando in particolare…

 

All’udienza generale, il Papa saluta i collaboratori, professori e alunni dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum

foto_udienzaLa preghiera rafforza il legame personale con Dio e, al tempo stesso, allarga il cuore alle necessità del prossimo. Lo dimostrano le invocazioni che Gesù rivolge al Padre in occasione della guarigione del sordomuto e della risurrezione dell’amico Lazzaro. A questi due episodi evangelici ha fatto riferimento il Santo Padre, Benedetto XVI, nella catechesi svolta durante l’udienza generale di mercoledì 14 dicembre,  presso l’Aula Paolo VI. Rievocando in particolare la narrazione giovannea della risurrezione di Lazzaro, il Pontefice ha ricordato che «nella preghiera di domanda al Signore non dobbiamo attenderci un compimento immediato di ciò che chiediamo, della nostra volontà, ma affidarci piuttosto alla volontà del Padre, leggendo ogni evento nella prospettiva della sua gloria, del suo disegno di amore, spesso misterioso ai nostri occhi». Per questo — ha aggiunto— «lode e ringraziamento dovrebbero fondersi assieme, anche quando ci sembra che Dio non risponda alle nostre concrete attese». Si tratta, in definitiva, di mantenere sempre quell’atteggiamento di «fiducia totale in Dio e nella Sua volontà», a partire dalla consapevolezza che Egli «porta speranza ed è capace di rovesciare le situazioni umanamente impossibili».

All’udienza erano presenti i Legionari di Cristo, i membri del Regnum Christi e collaboratori, professori e alunni dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum.

«Vorrei rivolgere un saluto speciale— ha detto a tal proposito il Papa — ai collaboratori, professori e alunni dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum». Con una grande ovazione, i presenti hanno salutato il Santo Padre con un commovente “Viva il Papa”!

Iscriviti alla newsletter