La chiesa cattolica di fronte all’indipendenza dell’america spagnola

La chiesa cattolica di fronte all’indipendenza dell’america spagnola

Mons. Ravasi concludera’ il congresso “la chiesa cattolica di fronte all’indipendenza dell’america spagnola”

Si concluderà giovedì 22 aprile 2010, a Roma, presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum (via degli Aldobrandeschi, 190) il congresso internazionale “La Chiesa cattolica di fronte all’indipendenza dell’America spagnola”, organizzato dall’Università Europea di Roma e dall’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, con il patrocinio del Pontificio Consiglio della Cultura e della Pontificia Commissione per l’America Latina,
Giovedì 22 aprile 2010, alle ore 17.00, si terrà una serie di conferenze presiedute da Mons. Gianfranco Ravasi, Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, che concluderà l’incontro con un suo intervento.

Queste le conferenze in programma: Spagna e America tra l’emancipazione e l’indipendenza, Dr. Francisco Javier Gómez Díez (Università Francisco de Vitoria di Madrid), La Santa Sede e l’indipendenza ispanoamericana, Dr. Emilio Martínez Albesa (Università Europea di Roma e Ateneo Pontificio Regina Apostolorum), I prelati peruviani nell’indipendenza, Dr. Ernesto Rojas Ingunza  (Pontificia Università Cattolica del Peru), Clero insorgente e clero realista in Messico, Dr. Marco Antonio Landavazo Arias (Università Michoacana de San Nicolás de Hidalgo, Morelia, Mich.), La politica religiosa di José de San Martín e di  Simón Bolívar, Dr. Enrique Díaz Araujo (Università Nazionale di Cuyo e Università Cattolica di La Plata).

Alla fine si terrà una concelebrazione Eucaristica presso la Basilica di Nostra Signora di Gaudalupe, Via Aurelia 675, Roma, per il quinto anniversario dell’elezione di Sua Santità Benedetto XVI, presieduta da Mons. Octavio Ruiz Arenas, Vicepresidente della Pontificia Commissione per l’America Latina

Al congresso hanno partecipato, come relatori, più di 50 ricercatori provenienti da Messico, Italia, Spagna, Argentina, Perù, Colombia, Bolivia, Uruguay, Cile, Venezuela, El Salvador, Porto Rico e dalla Santa Sede. Le loro aree di competenza sono la Storia, il Diritto, la Filosofia, e la Teologia.
        
L’organizzazione del congresso è stata animata da tre convinzioni.

La prima, l’idea che uno studio internazionale può arricchire tanto la conoscenza storica del processo delle indipendenze ispanoamericane, celebrato e a volte studiato a un livello principalmente nazionale, quando invece si è trattato di un’esperienza collettiva che ha coinvolto l’intero mondo ispano.

In secondo luogo, l’universalità della Chiesa cattolica esige che lo studio della sua storia sia affrontato sempre con una prospettiva aperta alla realtà universale e attenta alla propria struttura comunitaria.

Una terza convinzione è che nella commemorazione del bicentenario dell’inizio dell’indipendenza delle nazioni ispanoamericane, non può essere dimenticata la Chiesa.

Ufficio stampa: per ulteriori informazioni i giornalisti possono rivolgersi a Carlo Climati, Responsabile ufficio stampa dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum e dell’Università Europea di Roma.
Tel. 06 665431. E-mail: [email protected]

Iscriviti alla newsletter