Gruppo di Ricerca: Essere uomo, essere donna

Gruppo di Ricerca: Essere uomo, essere donna

Area di ricerca: Antropologia: ricerca interdisciplinare (teologia, filosofia, psicologia, neuroscienza, diritto). 

Oggetto della ricerca: Il nostro studio riguarda l’essere umano in quanto differentemente sessuato, nella unitarietà delle sue dimensioni corporea e spirituale. L’oggetto materiale è l’essere umano personale, e l’oggetto formale è il suo essere sessuato.

Descrizione concettuale del progetto

  1. Status quaestionis:

Una delle domande più forti del nostro tempo riguarda il significato dell’essere uomo e dell’essere donna. La domanda si pone a livello scientifico ed accademico ma viene anche sentita fortemente a livello esistenziale.

Sino ad oggi non è stato del tutto approfondito ed elaborato abbastanza il significato dell’identità e della differenza sessuale. Le risposte del pensiero femminile e femminista, anche se con delle buone intuizioni, non hanno soddisfatto questa esigenza. Viviamo ancora le conseguenze di un doppio dualismo: dualismo corpo e anima, dualismo natura – cultura. Per quanto riguarda ‘identità sessuale, le risposte vanno in due direzioni opposte: si afferma che è totalmente naturale o che è totalmente culturale (teoria gender). Manca una riflessione più approfondita che tenga in conto della natura culturale dell’uomo, dove natura e cultura non si possono scindere.

Il gruppo di ricerca dell’Istituto, sulla base di questo status quaestionis, si propone di dare un contributo nel pensare l’uomo e la donna.

  1. Articolazione concettuale (tematiche e logica interna)

Il lavoro di ricerca è articolato in un approfondimento progressivo dell’argomento:

  • La differenza sessuale: come si colloca nella persona. Questo è stato l’oggetto della prima pubblicazione del gruppo, sotto il titolo “Differenza femminile”. Il libro illumina la differenza sessuale da diverse discipline: dal dato neuro scientifico e psicologico si passa alla interpretazione filosofica e teologica, per poi scendere alle applicazioni nel campo della cultura, dell’educazione e del diritto.
  • Significato della corporeità. È la fase in atto. Si tratta di una proposta eminentemente positiva, incentrata nel approfondimento del significato del corpo come condizione, come risorsa e come luogo dell’incontro, così come una proposta applicativa ed educativa.
  • Significato della relazione uomo-donna.
  • Significato della maternità e della paternità.

Coordinatore del progetto: Marta Rodriguez, direttrice Istituto di Studi Superiori sulla Donna 

Gruppo di lavoro:

Juan Gabriel Ascencio, L.C., (Filosofia) Ateneo Pontificio Regina Apostolorum

Anita Cadavid, (Filosofia) Istituto di Studi Superiori sulla Donna

Alberto Carrara, L.C., (Neuroscienza) Ateneo Pontificio Regina Apostolorum

Valentina Colombo, (Islamista) Università Europea di Roma

Chiara D’Urbano, psicologa psicoterapeuta

Laura Paladino, (Teologia Biblica) Università Europea di Roma

Carmelo Pandolfi, (Filosofia) Ateneo Pontificio Regina Apostolorum

Giorgia Salatiello, (Filosofia) Pontificia Università Gregoriana

Ignazia Satta, Avvocato.

Antonella Varoli – Piazza, Fisica.

Susy Zanardo, (Filosofia) Università Europea di Roma

Laetitia Poliquien

 

Enti coinvolti: Istituto di Studi Superiori sulla Donna dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum.

 

SHORT BIO – MEMBRI DEL GRUPPO DI RICERCA:

 Juan Gabriel Ascencio, L.C.

Dottorato in filosofia, Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, Roma (2008). Titolo dissertazione: “Eterogeneità ed omogeneità in Hans-Georg Gadamer. Analisi, interpretazione e critica di alcune strutture del pensiero filosofico di Gadamer”. Licenza in teologia, Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, Roma (2003). Specializzazione in teologia dogmatica. Specializzazione in filosofia della conoscenza e filosofia della cultura. E’ Professore Ordinario della Facoltà di Filosofia dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, in cui insegna dall’anno accademico 1998. È coordinatore della specializzazione in Antropologia della licenza in Filosofia. Ha scritto diversi libri e articoli filosofici sull’antropologia e la cultura.

 Anita Cadavid

Laureata in Scienze dell’Educazione e Sviluppo e in Scienze Religiose. Attualmente sta conseguendo la laurea in Filosofia presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum. Ha lavorato in ambito educativo e scolastico e ha seguito la formazione dei giovani e delle coppie.  Fa parte del comitato di coordinamento dei lavori del gruppo di ricerca “Essere uomo, essere donna” e delle relative attività di formazione. E’ membro del Consiglio direttivo ISSD.

 Alberto Carrara, LC

Professore di Antropologia filosofica e Neuroetica presso la Facoltà di Filosofia dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma, Coordinatore del Gruppo di Neurobioetica (GdN) e Fellow della Cattedra UNESCO in Bioetica e Diritti Umani; il prof. Carrara è inoltre tecnico di laboratorio chimico-biologico e dottore in Biotecnologie mediche presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Padova.

Valentina Colombo

Laureata della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere, presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano. Dottorato di ricerca in Studi sul Vicino Oriente e Maghreb  dall’avvento dell’islam all’epoca contemporanea, VIII ciclo presso l’Istituto Universitario Orientale, Napoli. Docente di Geopolitica del Mondo Islamico;  Senior Fellow presso la European Foundation for Democracy a Bruxelles. E’ stata membro del Comitato per l’islam italiano presso il Ministero dell’Interno. Ha scritto numerosi saggi sulla condizione della donna nel mondo islamico e sul pensiero liberale nel mondo arabo.

Chiara D’Urbano

Psicologa e Psicoterapeuta, ha conseguito la sua laurea presso la Pontificia Università Gregoriana, Specializzata presso la SIRPIDI, Scuola Internazionale di Ricerca e Formazione in Psicologia Clinica e Psicoterapia, e dottore in Giurisprudenza, presso l’Alma Mater Studiorum di Bologna. Collabora con l’ITCI, l’Istituto di Terapia Cognitivo Interpersonale, fondato e coordinato dal Prof. Tonino Cantelmi. Chiara D’Urbano svolge, come libero professionista, attività psicoterapeutica sia a Roma, sia a Chieti. Opera prevalentemente nell’ambito della formazione umana nella vita sacerdotale e religiosa con lezioni, corsi teorici, e con accompagnamento psicoterapeutico, in collaborazione con seminari ed Istituti. Insegna, come Docente a contratto, presso l’ISSR dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum nella Specialistica di Psicopedagogia e formazione per la vita consacrata e ministeriale, e collabora con l’attività di studio e ricerca dell’Istituto di Studi Superiori sulla Donna, presso lo stesso Ateneo.

Laura Paladino

Biblista, ha conseguito con lode due lauree presso l’Università degli Studi di Roma La Sapienza, con tesi sull’analisi testuale in chiave comparativa delle versioni antiche della Bibbia (testo Ebraico Massoretico, Targum, LXX, Vetus Latina e Vulgata). E’ Dottore di Ricerca in Storia Antica presso l’Università degli Studi di Bologna con una dissertazione sul Matrimonio Misto nel Giudaismo Antico e ha conseguito un Corso di Specializzazione in Geografia ed Archeologia Biblica presso lo Studium Biblicum Franciscanum di Gerusalemme. Dal 2010 è Docente di Storia dell’Ebraismo Antico e di Storiografia Biblica e Giudaico-Ellenistica presso l’Università Europea di Roma. Ha approfondito le tematiche relative al primo cristianesimo, soprattutto in relazione agli insediamenti in area egiziana e alle vie di pellegrinaggio di Occidente, ed è impegnata nello studio del contesto di Khirbet Qumran, in collaborazione con l’Ecole Biblique et Archeologique Francaise di Gerusalemme, e nella redazione dell’Historical and Theological Lexicon of Septuagint, in collaborazione con le università di Gottingen (Germania), Strasbourg (Francia) e Friburgo (Svizzera). Membro di prestigiose istituzioni italiane e internazionali, quali l’Enoch Seminar (International Scholarship on Second Temple Judaism and Christian Origins), con sede presso la Michigan University, è autrice di numerosi articoli e contributi scientifici. Tra i suoi scritti più recenti si segnalano le monografie Dire bene di Dio, dire bene dell’uomo: Le preghiere di benedizione nel Pentateuco e nei Libri Storici dell’Antico Testamento (Napoli 2012); Tutelare l’identità: Studi storico-filologici sulle versioni antiche della Bibbia (Lecce- Brescia 2012) e il saggio La Sapienza nei testi Biblici (Roma, Carocci, 2013).

Carmelo Pandolfi

Laurea in Filosofia (110\110 e lode), 1987, presso la II Un. degli Studi di Roma. Titolo della dissertazione: “La nozione di sapienza in S. Tommaso d’Aquino”. Dottorato di ricerca in Filosofia, 1992. Titolo della dissertazione: “L’essere al vocativo. L’ermeneutica nel Commento tomista ai Salmi”. Dottorato pontificio in Filosofia presso l’Ateneo pont. “Regina Apostolorum”, Roma, 2013. Titolo della dissertazione: “Kant, Hegel, Heidegger in Cornelio Fabro”.  Dal 1996, docente del’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum.

Marta Rodriguez

E’ fondatrice e direttrice dell’Istituto di Studi Superiori Sulla Donna dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum. Si è laureata in Scienze dell’Educazione e Sviluppo. Successivamente ha conseguito il Master in Consulenza Filosofica ed Antropologica Esistenziale, la Laurea in Bioetica  e in Filosofia con specializzazione in Antropologia presso l’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum. Attualmente sta conseguendo il Dottorato in Antropologia presso la Pontificia Università Gregoriana.  Da maggio 2017 ricopre l’incarico di Responsabile del Settore Donna del Dicastero Pontificio Laici, Famiglia e Vita. 

Giorgia Salatiello

Ha conseguito la Laurea in Filosofia (1974) presso l’Università di Studi di Roma “La Sapienza”, presso la Pontificia Università Gregoriana ha conseguito il Diploma in Scienze Religiose (1982), la Licenza in Filosofia (1993) e, infine, il Dottorato in Filosofia (1996). E’ Professore Ordinario della Facoltà di Filosofia della Pontificia Università Gregoriana, in cui insegna dall’anno accademico 1992-1993. E’ membro del Consiglio Nazionale dell’ADIF (Associazione Docenti Italiani di Filosofia),  del Consiglio Direttivo dell’AIFR (Associazione Italiana di Filosofia della Religione) e del Comitato di Redazione della Rivista PER LA FILOSOFIA- Filosofia e insegnamento. Collabora con il Pontificio Consiglio per i Laici- Sezione Donna.

Ignazia Satta

Nata a Roma, è sposata e ha due figli. Si è laureata cum laude in giurisprudenza all’Università La Sapienza di Roma, in diritto dell’Unione Europea. Dopo alcune esperienze all’estero ha esercitato la professione di avvocato in Italia, maturando una significativa esperienza nel diritto amministrativo, familiare e minorile, coniugando la professione ad una costante attività di ricerca e pubblicistica. La sua ricerca compendia diritti delle donne, crisi della famiglia e diritto dei minori, avendo come riferimento il valore fondamentale del “femminile”: nella famiglia, nella società civile ma anche nella Chiesa. Il cardine di questa ricerca si impernia sulla differenza femminile (e maschile) intesa come risorsa e non come limite. Dal 2013 collabora con l’Istituto di Studi Superiori sulla Donna, per tutte le tematiche inerenti ai suoi temi di ricerca. Nel 2017 ha pubblicato il libro “Maternità? A rischio”. 

Antonella Varoli Piazza

Antonella Varoli Piazza, nata a Roma dove vive e lavora. Laureata in Fisica, nel 1998, con una specializzazione in Biofisica e luce di sincrotrone. Ha svolto attività di ricerca nel gruppo di Biofisica presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, autrice di diverse pubblicazioni. Ideatrice, esecutrice e responsabile di progetti didattici sull’energia per conto di Enel.

Susy Zanardo

Laurea in Filosofia presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia con una tesi su Luce Irigaray e il pensiero della differenza sessuale. DEA in Filosofia (diplôme d’études approfondies – Troisième cycle) presso l’Institut Catholique de Paris. Dottore di ricerca in Filosofia presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Assegnista di ricerca presso la medesima Università dal 2008 al 2010. Docente Filosofia Morale presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università Ca’ Foscari di Venezia (2008-2010). Ha insegnato Antropologia filosofica (2007/2008) e Etica speciale (2008/2009 e 2010/2011) presso L’Istituto Filosofico Aloisianum di Padova. Professore associato di Filosofia Morale presso l’Università Europea di Roma. Insegna anche Filosofia Morale all’Università Ca’ Foscari di Venezia. Collabora con il Centro Interuniversitario per gli Studi sull’Etica (CISE) che ha sede nella medesima Università e con il Centro di Etica Generale e Applicata (CEGA) dell’Almo Collegio Borromeo di Pavia.

Laetitia Pouliquen

Laetitia Pouliquen holds a Bachelor of Business Administration (B.B.A.) in International Marketing after 3 years of studies in Bachelor of Computer Science and Electronics, at Ecole supérieure d’Informatique, Electronique et Automatique. She also graduated from Institut Politique Léon Armel with a Masters in Bioethics. She worked for ten years in American software and IT companies as Marketing Manager in Southern Europe. She also worked as Research Assistant to Business Marketing Professor John Deighton at the Harvard Business School while giving birth to four boys. After her Masters in Bioethics, she initiated a major scientific research project on post-abortion trauma. And after some anthropological research on the feminine identity, she gathered her reflexion and research on an internet platform called www.womanattitude.com, offering a third way of feminism: that of equality, complementarity and Alterity. Her collaboration with Istituto Dei Studi Superiori Sulla Donna in that realm has been fruitful: conferences in Rome and Brussels and publication contributions: surrogacy, artificial womb, use of NBIC technologies with regards to the feminine identity. She now leads the European office of La Manif Pour Tous (defense of man and woman complementarity, family and child) serving the European institutions, a European association named Europe for Family. This new endeavor has broaden her scope of research to family issues.

Iscriviti alla newsletter