Come ottenere il visto

I nuovi studenti, che hanno bisogno del “visto di ingresso e di permanenza per motivo di studio” in Italia, possono ottenere dalla Segreteria Generale il certificato di preiscrizione, necessario alla richiesta del suddetto visto.

Esistono due procedure differenti per gli studenti religiosi e per gli studenti laici.

__0011_Come-ottenere-il-visto

Certificato preiscrizione

Il certificato di preiscrizione è un documento richiesto dai Consolati Italiani per poter fare la richiesta del visto. Dovrà essere autenticato dal Dicastero della Cultura e l’Educazione e dalla Segreteria di Stato del Vaticano.

Per ottenere questo certificato il candidato dovrĂ  avviare la procedura di ammissione.

Come richiedere il certificato?

La procedura di preiscrizione prevede questi passaggi. 

Richiesta di Ammissione

  • Compilazione del modulo di contatto: il candidato riceverĂ  via e-mail il link al modulo d’ammissione. SarĂ  necessario preparare la documentazione necessaria all’ammissione.
  • Invio del modulo di ammissione dopo il caricamento i documenti richiesti in formato digitale.
  • Il Decano di facoltĂ  o Direttore di Istituto, se valutati positivamente i documenti ricevuti, chiederĂ  alla Segreteria Generale di redigere il certificato di preiscrizione, il quale dovrĂ  essere autenticato, come giĂ  indicato, dal Dicastero della Cultura e l’Educazione e dalla Segreteria di Stato del Vaticano.

Autenticazione del certificato presso la Santa Sede

  • L’autenticazione (vidimazioni) del certificato presso la Santa Sede e la sua posteriore spedizione sono a carico dell’interessato o delegato presente in Italia, oppure, possono anche predisporsi perchĂ© siano effettuata dall’Ateneo.
  • Adempimenti a carico dell’Ateneo: il candidato dovrĂ  fornire l’indirizzo esatto di spedizione e versare le tasse stipolate per questi servizi (20 euro autenticazione | 40 euro spedizione corriere assicurato)

I pagamenti potranno effettuarsi dall’estero tramite bonifico bancario alle seguenti coordinate. Nella causale dovrà specificarsi: “Autenticazione e/o spedizione internaz.le di cert. preiscrizione (inserire Nome e Cognome del candidato)”.

Una volta in Italia, il candidato dovrĂ :

  • Integrare la copia del Visto rilasciato dall’Ambasciata italiana.
  • Attendere l’arrivo tramite e-mail della lettera ufficiale di ammissione.
  • Effettuare il pagamento dell’iscrizione (le istruzioni sono reperibili sulla lettera di ammissione)

Per richiedere il visto da studente religioso bisogna seguire la seguente procedura:

  • Presentare fotocopia di un documento d’identitĂ  vigente (preferibilmente passaporto).
  • Indicare il domicilio a Roma durante gli studi (indicato sul modulo di ammissione).
  • Presentare la lettera di presentazione del Superiore Religioso o dell’Ordinario della Diocesi di appartenenza (la firma dell’Ordinario deve essere autenticata dal Nunzio Apostolico).
  • Presentare la dichiarazione di responsabilitĂ  o “presa in carico” dell’Istituto o del privato che garantisce il pagamento di vitto, alloggio ed eventuali spese sanitarie durante il periodo di permanenza in Italia, oppure la certificazione della borsa di studio ottenuta comprendente le spese di vitto e alloggio o un documento attestante la possibilitĂ  di mantenersi personalmente per le spese di studio e di soggiorno. La dichiarazione di “presa in carico” deve recare:
    • se rilasciata da un religioso o da una religiosa, l’autentica della Congregazione per la Vita Consacrata e le SocietĂ  di Vita Apostolica;
    • se rilasciata da un sacerdote, da un privato o da un Ente, il nulla osta dell’Ordinario della Diocesi italiana di appartenenza (con la firma autenticata dal Nunzio Apostolico) – In caso di dichiarazione di auto-mantenimento, il documento deve recare il nulla osta dell’Ordinario di origine (con la firma autenticata dal Nunzio Apostolico)
  • Fornire fotocopia del titolo di studio (compresi i voti) conseguito in precedenza
  • Presentare la dichiarazione sostitutiva della certificazione del titolo di studio (modello)
  • Solo per l’ammissione al ciclo di Dottorato presentare copia della tesi di Licenza
  • Fornire attestato di conoscenza della lingua italiana livello (B1). Chi non è in possesso di tale attestato dovrĂ  sostenere un esame o presentare l’attestato entro la fine del primo semestre accademico.

Per richiedere il visto da studente laico bisogna seguire questo procedimento:

  • Fornire fotocopia di un documento d’identitĂ  vigente (preferibilmente passaporto).
  • Indicare il domicilio a Roma durante gli studi (indicato sul modulo di ammissione)
  • Presentare la lettera di presentazione dell’Ordinario della Diocesi di appartenenza (la firma dell’Ordinario deve essere autenticata dal Nunzio Apostolico)
  • Presentare fotocopia dei titoli di studio (compresi i voti) conseguiti in precedenza
  • Fornire la dichiarazione sostitutiva della certificazione del titolo di studio (modello)
  • Solo per l’ammissione al ciclo di Dottorato fornire la copia delle tesi di Licenza
  • Presentare l’attestato di conoscenza della lingua italiana livello (B1). Chi non è in possesso di tale attestato dovrĂ  sostenere un esame o presentare l’attestato entro la fine del primo semestre accademico
  • Presentare la dichiarazione di responsabilitĂ  “presa in carico” dell’Istituto o del privato che garantisce il pagamento di vitto, alloggio ed eventuali spese sanitarie durante il periodo di permanenza in Italia, oppure la certificazione della borsa di studio ottenuta comprendente le spese di vitto e alloggio o un documento attestante la possibilitĂ  di mantenersi personalmente per le spese di studio e di soggiorno.
    • La dichiarazione di “presa in carico”, se rilasciata da un sacerdote, da un privato o da un Ente, deve recare il nulla osta dell’Ordinario della Diocesi italiana di appartenenza (con la firma autenticata dal Nunzio Apostolico)
    • In caso di dichiarazione di auto-mantenimento, il documento deve recare il nulla osta dell’Ordinario della Diocesi di appartenenza (con la firma autenticata dal Nunzio Apostolico)

La lettera di presentazione dell’autorità religiosa e la dichiarazione di responsabilità “presa in carico” o di auto-mantenimento dovranno pervenire in originale (per richiesta della Santa Sede). Possono essere portate da un delegato presente in Italia presso lo sportello della Segreteria Generale oppure essere spedite all’indirizzo:

Ateneo Pontificio Regina Apostolorum
Segreteria Generale
Via degli Aldobrandeschi, 190
000163 – Roma (RM)
ITALIA

Hai bisogno di informazioni?

Contattaci