Festa dell’Ateneo

Festa dell’Ateneo

Il 1 gennaio 1970


sodano

L’ 8 aprile, giorno in qui viene celebrata quest’anno la solennità dell’Annunciazione, abbiamo festeggiato il nostro Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, a vent’anni della sua nascita.

Per dare inizio alla concelebrazione della Santa Messa, presieduta da S.Em.za Rev.ma Card. Angelo Sodano, Decano del Collegio Cardinalizio, il Rettore Padre Pedro Barrajón L.C., si è rivolto a sua Eminenza Reverendissima ringraziandolo per aver voluto presiedere la Santa Messa ed accompagnarci nella celebrazione della nostra festa.

Padre Pedro ha voluto ricordare le caratteristiche specifiche della proposta formativa dell’Ateneo: fedeltà alla dottrina del Magistero ecclesiastico, vicinanza spirituale al Papa, eccellenza accademica, dialogo con la cultura contemporanea, e formazione di sacerdoti e laici che uniscano un’alta competenza professionale con un grande amore alla Chiesa. Ringraziando tutti, il rettore ha detto che l’Ateneo ha ancora tanta strada da percorrere e che la comunità del Regina Apostolorum accetta questa sfida con fede, umiltà e grande speranza.

Durante l’omelia il  Cardinale Sodano, ha ricordato la nascita dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, alla quale lui stesso era presente. Il suo nome, Regina Apostolorum, ha detto il Cardinale, deve ricordarci di chiedere sempre alla Madonna la sua protezione.

Dopo vent’anni, ha continuato il Cardinale, dobbiamo fare un ringraziamento speciale per i doni ricevuti durante questo tempo che ci hanno permesso di approfondire la nostra fede.

Nel giorno di una festa mariana, quella della Annunciazione, ha detto il Cardinale, Maria diventa la figura ideale per i cristiani. Ogni cristiano, sacerdote o laico, riceve nel corso della vita delle chiamate del Signore. Tutti, ha continuato il Cardinale, dobbiamo dire “Eccomi, sono il servo del Signore”. Tutti dobbiamo seguire l’invito del Signore ad essere “sale della terra e luce del mondo”: questa, ha ribadito, è la vera vocazione cristiana.

Facendo riferimento al libro di Giovani Paolo Paolo II: “Dono e Mistero”, il Cardinale Sodano ci ha detto che ogni vocazione è per noi un dono, ma anche un impegno alla fedeltà, a rispondere alla chiamata. Ha continuato dicendo che dobbiamo essere fieri di questo dono ma che dobbiamo anche avere il coraggio di annunciare la nostra vocazione al mondo.

In questa bella festa, ha detto infine, dobbiamo rivedere la nostra missione, non facile, nel mondo di oggi. Già il Papa Benedetto XVI durante l’omelia della messa di apertura dell’Anno della Fede annunciava l’importanza della fede. E così come ha richiamato recentemente Papa Francesco, dobbiamo rispondere con ottimismo e coraggio alle sfide del mondo di oggi.

Augurando di raggiungere sempre nuovi traguardi, il Card. Angelo Sodano, ha salutato tutta la comunità accademica, affidando l’Ateneo alla protezione della Regina degli Apostoli, affinché essa sia la stella che continua ad illuminare il nostro cammino.

Dopo la celebrazione della Santa Messa, la Comunità del Regina Apostolorum ha festeggiato con un pranzo in un clima giovale e fraterno accompagnato dalla musica offerta dai Legionari di Cristo.

Iscriviti alla newsletter