Qui Ex Padre Filioque procedit

Qui Ex Padre Filioque procedit

Il 1 gennaio 1970


platea

Due giornate di Studio dal titolo “Qui ex Padre Filioque procedit” in occasione del millenario dell’inserimento del Filioque nel Credo a Roma (1014-2014).

CHE PROCEDE DAL PADRE E DAL FIGLIO

 

Due giornate di Studio dal titolo “Qui ex Padre Filioque procedit” in occasione del millenario dell’inserimento del Filioque nel Credo a Roma (1014-2014).auditorium 1

 

Un convengo dedicato al Filioque che “potrebbe apparire ai nostri giorni fuori moda”, ha detto il Rettore P. Jesús Villagrasa, L.C. durante l’introduzione. Una riflessione sul Filioque che parrebbe, a prima vista, non possedere la qualità del legame con l’esperienza ecclesiale ma “ la sacra teologia deve avere – ha detto ancora il Rettore – un profondo spirito ecclesiale ed è rivolta anche a sostenere la vita della Chiesa, oltre a fornire criteri per la valutazione, positiva o negativa dei segni dei tempi. Il Rettore ha parlato di una Teologia che è esercizio di contemplazione, di riflessione scientifica, condotta alla luce della fede, sulla parola di Dio e su tutto ciò che con tale parola è intimamente connesso. Ed è proprio per questo che la Teologia – ha spiegato Padre Jesús – deve investigare anche qui settori e qui temi che apparentemente potrebbero non essere di immediato interesse per l’azione pastorale e per la vita spirituale. Il convegno, organizzato durante i giorni 27 e 28 novembre dalla Facoltà di Teologia dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, prevede la presentazione degli aspetti filosofici, liturgici e morali. E’ da sottolineare anche l’organicità complessiva del convegno che si struttura in quattro ambiti principali – storico, patristico, teologico ed ecumenico – cercando cosi di mettere in luce i diversi aspetti di una questione che può essere intessa come controversa, ma prima ancora e soprattutto ricca ed interessante. Tra i relatori, esperti di diverse università come il Prof. Johannes Grohe (Pontificia Università della Santa Croce), Prof. Enrico Morini (Università di Bologna), Prof. Norman Tanner, S.I. (Pontificia Università Gregoriana), Prof. Mauro Meruzzi (Pontificia Università Urbaniana), Prof. Francesco De Feo, O.S.B. (Pontifico Ateneo Sant’Anselmo), Prof. Giuseppe Marco Salvati, OP (Pontificia Università di San Tommaso d’Aquino), Prof. Mauro Gagliardi (Ateneo Pontificio Regina Apostolorum), Prof. Salvatore Giuliano (Ateneo Pontificio Regina Apostolorum), Prof. Nello Cipriani O.S.A. (Istituto Patristico Augustinianum), Prof. Claudio Moreschini (Università di Pisa), Prof. Carlo dell’Osso (Pontificio Istituto di Archeologia Cristiana), Prof. Andrea Pacini (Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale – Sezione di Torino) e Prof. Nicola Bux (Istituto di Teologia Ecumenico- Patristica di Bari). Rispetto ai quattro ambiti, tutti di grande importanza ed interesse, non si può sottacere in particolare la portata ecumenica del convegno. La Chiesa Cattolica sta facendo, da decenni, un grande sforzo per camminare insieme alle altre Chiese e Comunità cristiane verso la piena e visibile come di tutti i credenti in Cristo. Lo studio delle questioni teologiche – da condurre nella verità e nella carità – rappresenta un aspetto fondamentale di questo camino, che deve essere fatto di amore sincero per Cristo e la Chiesa.

Iscriviti alla newsletter